Ayumi Hamasaki – Marionette

Note: Una ballata delle migliori che io abbia mai sentito in vita mia. Tetra, lenta e paura sono gli aggettivi migliori per descriverla. Parlando a livello sentimentale la sua voce è il massimo perché riesce a trasmettere le emozioni molto facilmente. La vena rock che si sente nel ritornello è proprio quello che ci voleva per rendere questa traccia una meraviglia.

Testo Ita

I ricordi sono sempre bellissimi
negli occhi di tutti
allo stesso modo

Ma noi sappiamo
che in realtà
non c’è solo quello

Ti prego non dimenticare
me, quella ragazza e anche tu

Noi non siamo nati
solo per salvare le apparenze
e vivere nascondendo il viso
come fossimo morti

Possiamo voltarci a guardare al passato
perchè l’abbiamo superato
ci siamo fermati e abbiamo continuato

Ti prego ricorda
me, quella ragazza e anche tu

Noi ferendoci
abbiamo perso di vista anche la luce
abbiamo rinunciato molte volte
eppure siamo ancora qui

Beh, non è per merito di nessun altro
ma delle nostre stesse mani

Alziamoci in piedi senza aver paura
e togliamoci la maschera

Noi non siamo nati
solo per salvare le apparenze
e vivere nascondendo il viso
come fossimo morti

Annunci
Pubblicato in Canzoni Jappo | Lascia un commento

Ayumi Hamasaki – untitled ~for her~

Note: Questa canzone è molto importante per Ayumi, perché è dedicata alla sua migliore amica morta prima dell’uscita dell’album. Ovviamente si tratta di una bellissima ballata piena di emozione, ma troviamo anche delle sfumature rock nel ritornello.

Abbiamo camminato insieme tenendoci per mano
abbiamo pianto e sorriso per piccole cose

Le noi due di quel periodo brillavano innocentemente

Se ora potessi realizzare un solo desiderio
vorrei incontrarti ancora una volta

Quel giorno hai deciso
di incamminarti tutta sola
lungo una strada senza fine
al di là delle nuvole e su fino al cielo

Lasciando qui così tante cose
che vorrei dirti e di cui vorrei parlarti

Abbiamo camminato separando le nostre mani
ci siamo scontrate ostinatamente su piccole cose

Anche questi piccoli litigi ora mi sono cari

Se ora potessi realizzare un solo desiderio
vorrei incontrarti ancora una volta

Se davvero un giorno tutti dovremo giungere
a quella strada senza fine
al di là delle nuvole e su fino al cielo
mi raccomando aspettami

Quel giorno parleremo a lungo insieme
dei nostri innumerevoli ricordi

Chissà se puoi vedermi da lì dove sei
chissà se veglierai su di me

Forse saranno parole banali
ma nel mio cuore
tu continuerai sempre a vivere
così come sei

Non importa quante stagioni passeranno
i giorni che abbiamo trascorso insieme non sbiadiranno

Abbiamo camminato insieme tenendoci per mano
abbiamo pianto e sorriso per piccole cose

Pubblicato in Canzoni Jappo | Lascia un commento

Angela Aki – Home

Angela Aki – Casa

Ero legata a questa semplice citta con un bel filo
e ogni qual volta alzavo lo sguardo il cielo rifletteva un mondo lontano lontano
Dopo che mi sono lasciata alle spalle questo piccolo posto
mi sono chiesta quanto tempo passerà
Casa mia mi sta chiamando

Anche ora sento gli echi di casa mia dolci nel mio cuore
nelle notti macchiate dalla tristezza in cui non sogno
ti sto chiamando

Ho affidato i miei sogni alla città del cielo, sacrificando la mia anima
l’ambizione e l’amore non vanno d’accordo,tutti vagano
erano dei giorni onesti e poco forniti,
di recente li penso con affetto
Casa mia mi sta chiamando

Voglio vedere ancora una volta le facce
delle persone della mia città che mi davano costantemente amore
mal di casa, te lo sto gridando

Quando alzo il sipario tra passato e presente
la luce che sguscia dallo squarcio del cielo brilla in questi  periodi girevoli
casa mia mi sta chiamando

Anche ora sento gli echi di casa mia dolci nel mio cuore
anche se mi fido di me stessa in modo da sperare priva di limiti
nelle notti macchiate dalla tristezza in cui non sogno
Casa mia sta chiamando sempre il mio nome

nelle notti macchiate dalla tristezza in cui non sogno
ti sto chiamando
sto chiamando casa

Pubblicato in Canzoni Jappo | Lascia un commento

KOKIA – Inochi no Hikari

La luce della vita

C’è qualcosa che voglio dirti con questa canzone
Prendo l’orgoglio nel lasciare la risposta per te come se alla fine lasciassi me stessa

I sentimenti che voglio lasciarti con questa canzone sono qui
La verità è nelle canzoni,l’unica sfera che voglio proteggere

Sono disperata nel continuare ad amare la musica
Se c’è qualcosa che posso fare,canterò allora con devozione

Tutti fanno del loro meglio per vivere
Le loro figure incarnano amore,sono piene e toccate

Ci sono volte difficili per coloro che sono semplici
ma ho deciso, non mentirò più a me stessa
Ci sono volte in cui mi sento precipitare a causa del mondo limitato che abbiamo sulla terra
posso sempre camminare in avanti se serve ad accendere la mia unica luce+

La felicità vive senza bugie
che può sembrare un modesto obbiettivo raggiunto a qualcuno
ma per me,ora ,è la luce della vita

Come sono le persone che danno tutto se stesse

Non importa quanto lunga e pericolosa la strada,sarà il tuo viaggio
La luce che mostri mentre dai tutto te stesso è bellissima

Da tutto ciò che hai, anche se ti rende ostinato,e vivi senza bugie
che può sembrare un modesto obbiettivo raggiunto a qualcuno
ma per me,ora ,è la luce della vita
Farò una strada nuova con i miei piedi.

Pubblicato in Canzoni Jappo | Lascia un commento

Canzone dedicata a papà

X japan – Tears

Dove dovrei andare, ora che ci siamo separati?
Lo chiedo ora alla corrente del tempo che è trascorso
In una notte troppo lunga ho sognato di partire
Ho visto il cielo di un paese straniero e ho stretto a me la solitudine
Il vento del tempo accumula le lacrime che scorrono
Percepisco il tuo respiro senza fine
Asciuga le tue lacrime con l’amore
Asciuga le tue lacrime con l’amore
Solitudine, il tuo sospiro silenzioso
Riempie un fiume di lacrime
Attraverso la notte
Ricordo, non mi hai mai lasciato piangere
e tu, tu non hai mai detto addio
A volte le nostre lacrime hanno accecato l’amore
Abbiamo perso i sogni lungo la strada
Ma non avrei mai pensato che avresti venduto la tua anima al destino
Non avrei mai pensato che mi avresti lasciato solo
Il tempo attraverso la pioggia mi ha liberato
Le sabbie del tempo terranno con loro il tuo ricordo
Un eterno amore sbiadisce,
vivo dentro il tuo cuore che non batte
Asciuga le tue lacrime con l’amore
Asciuga le tue lacrime con l’amore
Il vento del tempo accumula le lacrime che scorrono
La tristezza infinita si trasforma in una rosa blu
Asciuga le tue lacrime con l’amore
Asciuga le tue lacrime con l’amore
Il vento del tempo accumula le lacrime che scorrono
Percepisco il tuo respiro senza fine
Asciuga le tue lacrime con l’amore
Asciuga le tue lacrime con l’amore
Asciuga le tue lacrime con l’amore
Asciuga le tue lacrime con l’amore Se tu avessi potuto dirmi tutto
avresti scoperto cos’è l’amore
Se avessi potuto dirmi cos’avevi in mente
ti avrei mostrato la strada
Un giorno sarò più vecchio di te
non ho mai pensato oltre quel tempo
non mi sono mai immaginato quella vita
Per ora proverò a vivere per te e per me
Proverò a vivere con amore, con i sogni
e per sempre con le lacrime

Pubblicato in X Japan | Lascia un commento

Saiyuki

Soffrire e divincolarsi, esitare e combattere per ciò in cui si crede. La libertà che ci si apre davanti è la prova che si è vivi. Ma la libertà che non sappiamo o non vogliamo usare è una libertà inutile. Ora con questi pensieri che si agitano nel profondo di ciascuno di noi, ci apprestiamo a costruire un nuovo mondo

Pubblicato in Citazioni | Lascia un commento

X Japan – Art Of Life

La canzone parla della difficoltà di scegliere come e se proseguire la propria vita, quando si è giunti a credere che oramai sia tutto inutile: lasciarsi andare o risollevarsi? Vivere o morire? Per questo motivo è divisa in due parti: nella prima, cantata da Toshi, si ha una riflessione sulla solitudine e la disperazione che ne consegue alternata ad una voce femminile, che rappresenta il lato “cattivo” della coscienza, quella parte di sé che vorrebbe mollare tutto ed abbandonarsi alla morte – follia che si mescola alla lucidità cercando di convincere l’uomo a prendere la scelta sbagliata. Dopo l’intermezzo angosciante e cupo, la seconda parte: una sequenza di chitarra, chitarra e basso – rispettivamente hide, Pata e Heath che suonano una sequenza di accordi molto simili, rendendo tutto più adrenalinico: è il momento in cui il protagonista della canzone sente la speranza ritornare prepotentemente in sé e da lì il resto è un cantato più rilassato. La canzone si conclude con un finale positivo.
Art of Life è considerata una delle canzoni più famose della storia della musica metal giapponese.

Arte Della Vita

Rosa del deserto
perché vivi sola
se sei triste
ti farò lasciare questa vita
sei bianca, blu o rosso sangue
Tutto ciò che riesco a vedere sparirà nella fredda sabbia grigia

Il vento del tempo
mi abbatti al suolo
morirò di sete
voglio scappare
non so come liberarmi per vivere
la mia mente grida di dolore

Sto vagando per trovare me stesso
da quanto tempo mi sento infinitamente ferito
sul punto di cadere, la pioggia scorre nel mio cuore
nel dolore ti aspetterò
non posso tornare indietro
Non ho nessun posto a cui tornare
la vita è perduta, i fiori cadono
se è tutto un sogno
svegliami adesso
se è tutto vero
semplicemente uccidimi

Sto erigendo un muro nel mio cuore
non voglio che le mie emozioni fuoriescano
mi spaventa guardare il mondo
non voglio trovarmi perso nei tuoi occhi
ho cercato di soffocare il mio passato nel grigiore
non voglio più provare altro dolore
sono scappato da te senza dire una parola
ciò che non voglio perdere è l’amore

Attraverso i miei occhi
il tempo passa come le lacrime
la mia emozione sta perdendo il colore della vita
uccidi il mio cuore
libera tutto il mio dolore
sto gridando forte
La pazzia ha la meglio su di me

Allontanandomi dal muro
non c’è nulla che possa vedere
L’urlo nel profondo
che riflette un’altra persona nel mio cuore
mi chiama dall’interno
“tutta l’esistenza che vedi dinanzi a te
deve essere ripulita:
sogno, realtà, ricordi,
e te stesso”

inizio a perdere il controllo di me stesso
la mia lussuria è così cieca, distrugge la mente
nessuno può arrestare la mia discesa verso la pazzia
Non importa come cerchi di tenermi nel tuo cuore
Perché vuoi alzare queste mura
non conosco il significato dell’odio
la mia mente viene spazzata via nel sentire menzogne
voglio solo stringere il tuo amore

pugnala le bambole colme di odio
lavati con il loro sangue
Spingiti nella corrente furiosa del tempo
ondeggia la tua arma omicida nel ventre
“la terra”
Grida e inizia a creare confusione
Spargi il tuo sangue per piacere
E cosa? Per amore?
Cosa devo fare?

Credo nella pazzia chiamata “Adesso”
Passato e futuro imprigionano il mio cuore
il tempo è cieco
ma voglio disegnare il mio amore
sul muro del tempo, sul dolore nel mio cuore
Arte della vita
Folle lama che pugnala i sogni
cerca ora di spezzare tutta la verità
ma non posso guarire questo cuore spezzato dolente
non posso iniziare a vivere, non posso porre fine alla mia vita
continuo a piangere

Chiudo gli occhi
il tempo respira posso sentire
tutto l’amore e la tristezza
sciolti nel mio cuore
Asciuga le mie lacrime
Pulisci lil mio volto sanguinario
voglio sentirmi vivere la mia vita
fuori delle mie mura

non puoi disegnare una foto di ieri, quindi
dipingerai il tuo cuore con il tuo sangue
non puoi dire “No”
solo girando la ruota del tempo
con una corda attorno al collo
Costruisci un muro di moralità e prendi fiato
tra i mattoni
inventi nemici immaginari che ti inseguono
stai cercando di suicidarti
sei soddisfatta della tua presentazione
ora stai dipingendo di nero il tuo primo capitolo
mettendo insieme i frammenti di vita
e cercando di crearti un asilo
stai colpendo una campana al limite del palcoscenico
e
stai cercando di uccidermi

Credo nella pazzia chiamata “Adesso”
il tempo continua a scorrere, a spezzare il mio cuore
voglio vivere
non posso lasciare che il muo cuore mi uccida
non ho ancora trovato cosa sto cercando
Arte della vita
Cerco di fermarmi
ma il mio cuore continua a distruggere la verità
dimmi perchè
voglio il significato della mia vita
cerco di vivere, cerco di amare
nel mio sogno

Romperò il muro dentro al mio cuore
Voglio solo lasciar uscire le mie emozioni
Nessuno mi può fermare
Sto correndo verso la libertà
Non importa come cerchi di tenermi nel tuo mondo
come una bambola trasportata dallo scorrere del tempo
ho sacrificato il momento presente per il futuro
ero incatenato da un ricordo offuscato
perdendo il mio cuore, camminando nel mare dei sogni

Chiudo gli occhi
La rosa respira posso sentire
tutto l’amore e la tristezza sciolti nel mio cuore
Asciuga le mie lacrime
Pulisci il mio volto sanguinario
voglio sentirmi vivere la mia vita
fuori dalla mia mente

I sogni possono farmi impazzire
non posso abbandonare il mio sogno
non posso fermarmi
non sai cosa sono
quali menzogne sono verità?
quali verità sono menzogne?

Credo nella pazzia chiamata “Adesso”
il tempo continua a scorrere, a spezzare il mio cuore
voglio vivere
non posso lasciare che il mio cuore mi uccida
non ho ancora trovato cosa sto cercando
Arte della vita
Cerco di fermarmi
ma il mio cuore continua a distruggere la verità
dimmi perchè
voglio il significato della mia vita
cerco di vivere? cerco di amare?

Arte della vita
un cuore eterno sanguinante
non vuoi mai esalare il tuo ultimo respiro
vuoi vivere
non posso lasciare che il mio cuore mi uccida
sto ancora avendo compassione per
una rosa sta inspirando amore
nella mia vita

Pubblicato in X Japan | Lascia un commento

Siddhartha

“ Sono vecchio, si” disse Govinda “ ma di cercare non ho mai tralasciato. E mai cesserò di cercare, questo mi sembra il mio destino. Ma tu pure hai cercato, così mi pare. Vuoi dirmi una parola, o degnissimo? “.
Disse Siddharta: “ Che dovrei mai dirti, io, o venerabile? Forse questo, che tu cerchi troppo? Che non pervieni a trovare per il troppo cercare?”
“ Come dunque?” chiese Govinda.
“ Quando qualcuno cerca “ rispose Siddharta “allora accade facilmente che il suo occhio perda la capacità di vedere ogni altra cosa, fuori di quella che cerca, e che egli non riesca a trovare nulla, non possa assorbir nulla,in se, perché pensa sempre unicamente a ciò che cerca, perché ha uno scopo, perché è posseduto dal suo scopo. Cercare significa :avere uno scopo. Ma trovare significa: essere libero, restare aperto, non aver scopo. Tu venerabile, sei forse uno che cerca, poiché, perseguendo il tuo scopo, non vedi tante cose che ti stanno davanti agli occhi”

Pubblicato in Siddharta | Lascia un commento

Ciao mondo!!

Welcome to WordPress.com. This is your first post. Edit or delete it and start blogging!

Pubblicato in Siddharta | Lascia un commento